Zone con restrizioni per aeromodelli e droni

Conformemente all'articolo 17 capoverso 2 lettere a e b dell'ordinanza del DATEC sulle categorie speciali di aeromobili (OCAS; RS 748.941), l'esercizio di aeromodelli e droni di peso compreso tra 0.5 e 30 kg ad una distanza inferiore a 5 km dalle piste di un aerodromo civile o militare è proibito. Sulla carta tali zone sono rappresentate come zone con divieto di volo (distanza di 5 km dalle piste). Il capo d'aerodromo può definire una zona ridotta, adattata alla situazione locale, che sostituisce i 5 km di raggio. L'esercizio è inoltre proibito nelle zone di controllo (CTR) attive nel caso in cui venga superata un'altezza di 150 m dal suolo. Sulla carta tali zone sono rappresentate come con divieto di volo limitato (150 m sopra il suolo). Conformemente all'articolo 18 capoverso 1 lettera a OACS possono autorizzare eccezioni: in un aerodromo con servizi della sicurezza aerea dall'organo di controllo della circolazione aerea, d'intesa con la direzione dell'aerodromo; negli altri casi: dalla direzione dell'aerodromo. L'articolo 5 capoverso fbis dell'ordinanza sulle riserve d'importanza internazionale e nazionale d'uccelli acquatici e migratori (ORUAM; RS 922.32) e l'articolo 5 capoverso fbis dell'ordinanza sulle bandite federali (OBAF; RS 922.31) proibiscono l'esercizio di aeromobili civili senza pilota rispettivamente nelle riserve d'uccelli acquatici e migratori e nelle bandite federali. In virtù dell'articolo 1 della legge federale sul Parco nazionale svizzero nel Cantone dei Grigioni (Legge sul Parco nazionale; RS 454) e della relativa ordinanza cantonale per la protezione del Parco nazionale svizzero (Ordinanza sul parco nazionale svizzero), il Parco nazionale svizzero in Engadina e nella Val Monastero nel Cantone dei Grigioni costituisce una riserva naturale protetta da ogni intervento umano (compreso l'esercizio di aeromobili senza occupanti). Sulla carta tali zone sono rappresentate come zone con divieto di volo (Aree di protezione per la fauna selvatica). Le eccezioni nelle zone protette per la fauna selvatica possono essere autorizzate dall'Ufficio federale dell'ambiente in virtù dell'articolo 14 capoverso 3 della legge federale sulla caccia e la protezione dei mammiferi e degli uccelli selvatici (LCP; RS 922.0). Nel frattempo la competenza in materia di autorizzazioni è stata delegata ai Cantoni. Le eccezioni che interessano il Parco Nazionale Svizzero possono essere autorizzate dal direttore. La carta illustra le altre zone con divieto di volo permanente indicandole come «zone con divieto di volo (altre limitazioni permanenti conformi alla legislazione federale)». I servizi responsabili possono concedere deroghe a tali divieti.

Data e Risorse

Informazioni aggiuntive

Identificatore
c3ebd7ba-0fd5-411a-9074-3d0cdc46bc4d@bundesamt-fur-zivilluftfahrt-bazl
Titolo per l’URL del dataset
zonen-mit-einschrankungen-fur-modellluftfahrzeuge-und-drohnen
Pianificare la pubblicazione del dataset
Data di pubblicazione
Marzo 24, 2022
Data ultima modifica
-
Intervallo di aggiornamento
-
Copertura temporale
-
Dataset Information
Bundesamt für Zivilluftfahrt
Punti di contatto
daniela.nowak@bazl.admin.ch
Lingue
  • Inglese
  • Tedesco
  • Francese
  • Italiano
Url
https://www.bazl.admin.ch/bazl/de/home/gutzuwissen/drohnen-und-flugmodelle.html
Beziehungen
Spaziale
Schweiz
Set di dati relativi
Parole chiave
Condizioni d'uso
NonCommercialAllowed-CommercialAllowed-ReferenceRequired
Accesso ai metadati
API (JSON) Scarica XML